giovedì 31 maggio 2012

La cassetta degli attrezzi di Manny

Ieri sera abbiamo fatto un lavoretto veloce e facile tanto per tenere occupato Tiziano fino all'ora di cena.
E' da un po' che gli piace guardare il cartone Manny Tuttofare della Disney e, proprio sul sito della Disney, ho trovato degli stampabili gratuiti per poter creare una mini cassetta degli attrezzi tridimensionale.


Basta stampare i fogli e incollare le sagome (per gli attrezzi c'è il davanti e il dietro) su del cartoncino, poi ritagliare e incollare le varie parti.
Sono andata a fare un giro su questo sito dopo aver letto il post di Quando Fuori Piove con disegni della fattoria trasformati in magneti e ho trovato tanti altri stampabili interessanti.
Questo ci è piaciuto molto ma ho intenzione di utilizzarne altri per dei progettini da fare col nastro magnetico come nel post di Quando Fuori Piove, solo che saranno un po' diversi... Spero di riuscire presto a mostrarvi cosa ho in mente!

martedì 29 maggio 2012

Insalata di riso Venere con pollo grigliato e pompelmo

Ecco un'altra ricetta estiva col riso nero. L'ho fatta ieri sera e ci è piaciuta molto perché fresca e dal sapore particolare.



INGREDIENTI (per 3 persone):

- 3 pugni di riso Venere a testa
- 2 fettine di petto di pollo
- 1 pompelmo
- 125 gr di Philadelphia classico
- 2 cucchiai di erba cipollina
- 2 cucchiai di aceto di mele
- olio, sale, pepe

Grigliate il pollo (io l'ho grigliato sulla bistecchiera antiaderente senza aggiungere condimenti) e tagliatelo a listarelle sottili. Unitelo al riso bollito (40 minuti), al pompelmo tagliato a cubetti e a tutti gli altri ingredienti mescolando bene e cercando di amalgamare omogeneamente il Philadelphia col resto. Ieri mi hanno regalato dei coppapasta nuovi nuovi per cui non ho resistito e ne ho utilizzato uno per dare al riso la forma rotonda che vedete in foto.
Buon appetito!

lunedì 28 maggio 2012

La lavagnetta di feltro portatile multistorie

Finalmente dopo tanta fatica, sudore della fronte ed estenuanti lotte ecco la mia lavagnetta di feltro portatile. Che dite? No la fatica non è stata crearla ma trovare il feltro in più colori dato che per la cronaca vivo in una zona definita "depressa". Vi lascio immaginare la vasta scelta di oggetti per il bricolage che offre Vercelli. Di solito compro su internet ma stavolta, chissà perché, mi sono intestardita a cercare il necessario in zona. Risultato: 2 mesi per finire il progetto.


Ma dopo il calvario eccoci qui con la lavagnetta e il primo set "L'isola dei dinosauri". L'idea è quella di creare tutta una serie di figure che messe insieme rappresentino un ambiente omogeneo. Creando diversi set di figure, queste saranno intercambiabili grazie ai bottoni e alle asole e così il bambino potrà inventare nuove storie attaccando e staccando le sagome. Può infatti usare tutto il set del bosco oppure i grattacieli della città e i dinosauri insieme creando così scenari apocalittici a suo piacere.
Era da tempo che osservavo in rete le varie lavagnette di feltro e raccogliendo idee qua e là ho creato la mia che è appunto "multifunzionale". Ho l'intenzione di fare anche i set "la pista delle macchinine" e "la cucina".
Non dovete far altro che intagliare le sagome dai vari fogli e fare un'asola al centro di ognuna. Poi disponete il primo set di figure sul foglio principale che sarà il "palco" su cui si svolgeranno le diverse scenette (io ho utilizzato il verde chiaro perché mi sembra si presti a diversi ambienti), decidete dove posizionarle e quindi cucite i bottoni in corrispondenza delle asole di ogni figura. Ogni volta che create un nuovo set tenete presente la disposizione dei bottoni che ovviamente non potrà più cambiare.
Leggera e richiudibile è l'ideale da portare in viaggio, anche se molto resistente perché ho utilizzato dei fogli di feltro 30x45 cm di ben 4 mm di spessore. In questo modo le sagome si sciupano meno e sono più rigide e facilmente maneggiabili. Basterà semplicemente arrotolarla e chiuderla con un nastro e le sagome potranno essere messe in una borsettina di stoffa o plastica.
In vista di gite e vacanze estive non mancherà ocasione per testarla!

venerdì 25 maggio 2012

52 week project - 21/52

Arieccomi con l'appuntamento del venerdì col week project. Anche questa settimana la mia foto è all'insegna della natura ed è sempre stata scattata a pochi metri dal mio luogo di lavoro.


Papaveri! Non so voi ma io erano anni che non ne vedevo, invece quest'anno ne ho riscontrato un singolare aumento dovuto a non so cosa (radioattività, effetto serra, profezia Maya). Comunque sarà quella hippie che c'è in me ma mi sa che il filone naturalistico continuerà ancora per un po'...

giovedì 24 maggio 2012

Ancora premi e cotillons!


Ed ecco un post che mi rallegra molto. La gentilissima Simona del blog Il Pampano mi ha consegnato un altro premio. Oh felicità! Mi appresto in tutta fretta a riconsegnare il premio ad altri blog che non ho ancora avuto modo di premiare e che conosco da meno tempo rispetto ad altri.
Le regole del premio sono le seguenti:
- nominare chi assegna il premio
- mettere il banner nel proprio blog
- donarlo a 5 blog con meno di 200 lettori
- avvisare chi riceve il premio.

I 5 blog che premio sono (qualcuno potrebbe averlo già ricevuto ma farò finta di niente):
- Chiara di Craft Time
- Liz di Il Diario di Lizzie
- Danda di Mon monde à moi
- Chiara di Badì Design
- Roberta di Robe di Robi

Buon premio a tutti!

mercoledì 23 maggio 2012

Sfogliatine mozzarella asparagi e origano

Domani danno 30° per cui devo sbrigarmi a usare il forno finché posso! Per la serie "ora si va di pasta sfoglia" ecco infatti un'altra ricettina facile e veloce. Stavolta salata. Dovevo far fuori asparagi e mozzarella in via di scadenza per cui indovinate cosa c'è nelle sfogliatine?



INGREDIENTI:

- 1 foglio di pasta sfoglia fresca o surgelata
- 2 mozzarelle da 125 gr l'una
- 1 mazzo di asparagi
- 3 rametti di origano fresco
- 2 cucchiai di farina 00
- sale & pepe

Ho diviso in 3 strisce il foglio di pasta ma voi potete fare le forme che volete naturalmente. Ho tritato le mozzarelle a cubetti, ho tagliato gli asparagi passati al microonde per 4 minuti al massimo della potenza in rondelline spesse 1 centimetro e ho sminuzzato l'origano fresco (non so perché l'origano essiccato "me se ripresenta" come dicono a Roma ma quello fresco no). Ho mischiato il tutto in una terrina con la farina, il sale e il pepe e poi ho distribuito l'impasto su una metà della striscia richiudendole sopra l'altra metà. Ho schiacciato i bordi con una forchetta e infornato a 220°C per 20 minuti.
Buona giornata!

lunedì 21 maggio 2012

Sfoglia di mele zenzero e cannella

Visto il tempo mi sono dedicata a un dolce che potrebbe benissimo essere invernale... Una torta di mele ultraveloce per quando c'è poco tempo ma si ha voglia di qualcosa di dolce. La mia pasta sfoglia stava quasi per scadere e non avevo più nessun dolcetto in casa... Comunque il risultato è fantastico, superiore ad ogni aspettativa e ricorda un po' lo strudel!


INGREDIENTI:

- 2 fogli di pasta sfoglia fresca o surgelata
- 3 mele tagliate a pezzetti
- una tazza di uvetta sultanina ammollata
- 125 gr di zucchero di canna
- 2 cucchiai colmi di farina 00
- un pizzico di zenzero in polvere
- mezzo cucchiaino da caffé di cannella in polvere
- un pizzico di sale
- il succo di mezzo limone
- 5 o 6 fiocchetti di burro (opzionale)

Sbucciate e tritate le mele e mischiatele col resto degli ingredienti. Foderate una teglia con carta da forno e un foglio di pasta, aggiungete il composto, distribuite 5 o 6 fiocchetti di burro, tappate col secondo foglio di pasta bucherellata con una forchetta. In forno a 220° C per 30  minuti circa.

venerdì 18 maggio 2012

52 week project - 20/52

Ecco la foto della settimana 20. Il mio 52 W.P. inizia con un incontro fortuito! Guardate un po' qui.

Questo simpatico gufo gufava fuori dalla finestra del mio ufficio mercoledì scorso. Ho alzato gli occhi dallo schermo del computer e l'ho visto. L'ho subito detto alle mie colleghe e siamo corse a rimirarlo e fotografarlo. Mi sono sentita fortunata a lavorare in un posto dove guardando fuori posso vedere alberi e gufi, aironi e tortore, papaveri e campi e non macchine e smog. Certo è campagna coltivata, niente di esaltante e non ho negozi trendy in cui soffermarmi a far shopping prima di tornare a casa ma a me va bene così. Sò campagnola che ci volete fare!

mercoledì 16 maggio 2012

Il gioco dell'11. Lungo ma divertente!

Immagine presa qui.

Eccoci con un nuovo gioco il cui intento è quello di conoscerci meglio e farci qualche risata. Chiara mi ha passato la palla e allora ecco lo svolgimento (che fatica però, credo di non aver mai scritto un post così lungo).

Le regole sono le seguenti:
* dire 11 cose di me
* rispondere alle 11 domande che mi proposto Chiara
* fare 11 nuove domande
* indicare 11 blogger che parteciperanno dopo di me.

11 COSE DI ME.

1) Purtroppo o per fortuna, proprio come Chiara, sono permalosa.
2) Sono onnivora. Cioé mangio veramente qualunque cosa voi possiate immaginare. Comprese le animelle, le cervella, la trippa, i broccoli & affini. Ho solo un po' di antipatia per le rape.
3) Amo i film e i libri horror, ma da quando sono mamma ho più difficoltà a guardarli/leggerli.
4) A casa sono disordinatissima, in ufficio invece sono superpignola e precisa.
5) Coi miei figli sono molto severa tanto che a volte me ne pento e mi sento un po' una strega.
6) Amo la Croazia e la zona balcanica. Il mio sogno è di comprare una casa su un isolotto croato una volta in pensione. E di imparare il croato.
7) Amo anche il Lago Maggiore. I miei genitori hanno costruito una casa a Levo di Stresa nel 1976, anno della mia nascita. Ci ho passato tantissime estati soprattutto quelle dell'adolescenza, con conseguenti ricordi a raffica e conoscendo tanti amici che conservo tuttora.
8) Amo il rock in tutte le sue versioni, dal punk al metal a tutto!
9) Mi piace truccarmi ma è da poco che mi è venuta questa passione, saranno 2 anni, dopo la prima gravidanza.
10) Amo gli animali tranne i rettili con le zampe per i quali ho una vera e propria fobia.
11) Sono ansiosa (ora meno) ma soprattutto ipocondriaca.

LE 11 DOMANDE DI CHIARA.

1. Preferisci regalare un mazzo di fiori o una pianta in vaso?
Una pianta in vaso.
2. Animali domestici: sì, no e perché.
Animali domestici sì: cani, gatti, tartarughe terrestri, pesci rossi, canarini... Li ho sempre avuti fin da piccola e sono cresciuta con loro e naturalmente voglio che anche i miei figli imparino ad amarli ma sprattutto a rispettarli. Perché possono essere dei grandi amici ma bisogna anche imparare che amano e soffrono un po' come noi.
3. Dimmi che biscotti ami e ti dirò chi sei...
Biscotti con gocce di cioccolato perché adoro il cioccolato e lo vorrei ovunque!
4. Si lavora per vivere o si vive per lavorare?
OK non lo so. Tutti e 2? L'ideale sarebbe lavorare guadagnando per poter vivere bene ma fare un lavoro che piace e che non porti via troppo tempo alla famiglia e agli amici... Utopia?
5. Vieni invitata/o fuori per un we, ma ti permettono di portare solo 5 cose... cosa porti?
La mia borsetta (enorme). Le compresse per il mal di testa. Le compresse per il mal di stomaco. La macchina fotografica. Un vestito colorato.
6. Titolo di una canzone che hai nel cuore, motivandolo.
Ultradifficile perché ne ho diverse. Scelgo "Cuore di vetro" dei Litfiba perché mi ricorda la mia adolescenza e anche una bella rimpatriata fatta con amici al concerto dei Litfiba nel 2010.
7. Una cosa che cambieresti nel tuo fisico e una nel tuo carattere.
Sicuramente il naso e l'essere ansiosa.
8. Un programma TV che non guarderesti nemmeno sotto tortura.
Potrei attirarmi le ire di molti ma... il Grande Fratello. Non lo sopporto. Lo trovo inutile e di cattivo esempio. E noioso. Ormai non saper fare un cavolo è diventato fondamentale per andare in tv. E non credo sia retorica.
9. Sindaco pro tempore della tua città, puoi varare 3 riforme/interventi pubblici, quali?
Costruire una pista ciclabile che termina con un bel parco con tanti alberi, laghetti e giostre per i bambini. Mettere a posto la strada che attraversa il paese togliendo le buche. Obbligo di multare all'istante quei geni che parcheggiano davanti alla porta del panettiere o della banca perché gli fa comodo nonostante a 10 metri ci sia un parcheggio vuoto.
10. Racconta, brevemente, una tua grandissima figura di...
Alle superiori sono arrivata correndo alla finestra, ho saltato per sporgermi e guardare giù perché il davanzale era abbastanza in alto. Peccato che il vetro era chiuso (e stranamente pulito). Sono rimbalzata.
11. Per finire, perché credi che abbia scelto te per questo gioco?
Forse perché ci conosciamo da poco e questo potrebbe aiutarti a conoscermi un po' di più!

LE MIE 11 DOMANDE.

1) Se potessi scegliere cosa fare nella vita faresti...
2) Se ricevi un regalo che non ti piace fingi di apprezzarlo o dici la verità?
3) Se incontrassi il genio della lampada e ti chiedesse un solo desiderio da realizzare cosa chiederesti?
4) Il tuo film preferito? Perché?
5) Quand'è l'ultima volta che sei andato in bicicletta?
6) Dimmi la tua più grande paura irrazionale e quella razionale.
7) Hai delle fobie che non sai motivare (vedi il mio terrore dei rettili con zampe)?
8) Ti piacerebbe aprire un altro blog e se sì che argomento tratteresti?
9) Il tuo piatto preferito.
10) Tre cose che hai sempre nella borsetta.
11) Ti ricordi i sogni che fai? Hai un sogno ricorrente?

LE MIE 11 prescelte.
- Liz - Il Diario di Lizzie
- Mariangela - My Mum Is Italian
- Viviana - Mamma di razza
- Pomella - C'è poco da ridere!
- Gabriella - Gab
- Elisabetta - Atelier Knit & Stitch
- Roberta - Fashion Cooking
- Robi - Robe di Robi
- Laura - Bolli Bolli Pentolino
- Irma - Il risveglio delle Api Regine
- Laura - Chi non la fa...l'aspetti!

Naturalmente, dato che si tratta di un bel lavorone, chi non se la sente o non ha tempo è scusato!
Buon lavoro!

martedì 15 maggio 2012

Insalata primaverile di riso Venere

Ormai parto in quarta con i piattoni estivi. Dopo un accenno di primavera qualche tempo fa, quando ho postato l'insalata di orecchiette (che tovate qui), c'è stato un limbo di tempo autunnale che mi ha fatto passare la voglia. Ma ora rieccomi con le insalate e i piatti freddi, sempre veloci ma gustosi.
Ieri sera ho rifatto questo piatto che piace sempre molto perché fresco e profumato grazie al riso Venere e alle spezie utilizzate. La mia aiuola di piante aromatiche si sta gonfiando per benino e fra poco ci farò un post, nel frattempo ho raccolto un po' di erba cipollina e una foglia d'alloro per questa ricetta.



INGREDIENTI per 3 persone:

- 10 pugni di riso Venere nero
- 10 pomodorini ciliegia
- 120 gr di mozzarelline
- 2 pugni scarsi di code di gambero o gamberetti
- 1 limone
- 2 cucchiai di erba cipollina tritata
- 1 foglia di alloro
- olio, sale, pepe

Notate la dimensione ridotta delle mozzarelline della foto rispetto ai pomodorini. Ho infatti trovato delle perle di mozzarella mai viste prima, ma si adattano benissimo perché sono piccole e si amalgamano alla grande con il resto degli ingredienti. Naturalmente se non le trovate vanno benissimo delle mozzarelle tagliate a pezzetti della grandezza che più vi aggrada.
Il riso Venere deve bollire per 40/45 minuti in acqua leggermente salata e con una foglia d'alloro, quindi lo scolate e lo lasciate raffreddare. In un'insalatiera mettete quindi il riso, i pomodorini tagliati a metà, le mozzarelline, i gamberetti sbollentati, l'erba cipollina, il succo di un limone, olio sale e pepe a piacere. L'insalata così condita è molto ricca e direi che si può considerare un piatto unico.
Et voilà.

lunedì 14 maggio 2012

Gaufres con miele di castagno e cannella

Incontrai per la prima volta le gaufres anni fa a Chamonix. Sono subito impazzita per queste focaccine dolci tanto da obbligare compagno e amici a prenderne una ogni sera nella piazza di Chamonix dove le facevano ancora col ferro da cialda scaldato sul fuoco e ricoperte di miele. Tornata a casa ho trovato la ricetta ma ho desistito all'idea di dover aggiungere il ferro da cialda al mio arsenale culinario.
Qualche settimana fa, come ormai tutti sanno, sono tornata in Francia e ho assaporato di nuovo le gaufres ma stavolta al mio ritorno, scandagliando internet, ho trovato una macchina elettrica per le cialde... comprata!
Ed ecco finalmente la mia prima produzione casalinga di gaufres.
La ricetta l'ho presa qui e ho fatto qualche piccola modifica. Si tratta delle gaufres di Liegi, ovvero di provenienza belga. Attenzione però: le quantità indicate vanno bene per un esercito per cui vi consiglio di dimezzarle a meno che non si tratti di una festa o di un ritrovo degli alpini.
La macchinetta è marca Severin e la consiglio vivamente intanto perché funziona alla grande e poi costa solo 30 euro. Per chi ha intenzione di comprarsi una piastra per i toasts, fanno anche delle macchinette con stampi intercambiabili per gaufres, cialde e toasts.



INGREDIENTI:

- 500 gr di farina con lievito
- 250 gr di farina 00
- 4 uova
- 2 bustine di lievito istantaneo per dolci (16 gr l'una)
- mezzo cucchiaino di sale
- 1 bustina di vanillina (opzionale)
- 400 gr di burro
- 300 ml di latte tiepido
- 500 gr di zucchero
- miele di castagno e cannella in polvere per guarnire

Si impasta tutto tranne lo zucchero e il burro e si lascia riposare per mezz'ora coperto da un canovaccio. Si aggiungono poi il burro fuso e in seguito lo zucchero rimestando fino a ottenere un composto semiliquido. Si lascia riposare per altri 15 minuti.
Fate scaldare la macchina per le cialde e si versa un mestolo scarso lasciando cuocere per 3 o 4 minuti.
Meglio mangiarle calde appena fatte con una guarnizione di miele di castagno e una spolverata di cannella se vi piace.
Sono veramente un sogno, non posso più farne a meno, mannaggia! Adesso però voglio provare a cercare una versione un po' più light, se la trovo vi faccio un fischio.

venerdì 11 maggio 2012

52 week project. Colpa di/Grazie a: Chiara di "Craft Time"!

Ed ecco l'ennesima fissa. Ormai non le conto più. Le metto tutte in fila nel cervello col loro bravo numerino di attesa come al supermercato.
Questa volta però non ho fatto tutto da sola, posso dare la colpa a Chiara.BC del blog Craft Time che mi ha fatto conoscere questa simpatica iniziativa.


Il link con le spiegazioni lo trovate qui ma in ogni caso le regole sono semplicissime:
- in un anno ci sono 52 settimane per cui la missione è scattare una foto a settimana per un totale di 52
- nessuna regola in particolare da rispettare
- essendo un periodo di tempo abbastanza lungo, si può scegliere un filo conduttore che leghi le immagini per potersi sentire un po' più invogliate, ma non è obbligatorio.

Io purtroppo sono venuta a conoscenza di questa cosa solo ora, alla settimana 19! Ma dato che non ci sono regole inizierò dalla settimana 20. Il prossimo anno spero di poterlo rifare partendo dalla settimana 1!

giovedì 10 maggio 2012

Il Riciclone: i timbrappi

Che sarebbe timbri-tappi! L'idea nasce da una foto pinnata su Pinterest, di cui vi metto il link. Hanno preso dei tappi di plastica di bottiglie varie e hanno applicato dei mini adesivi di gomma crepla.
La gomma crepla è una schiuma di gomma pressata che viene venduta in fogli di varie dimensioni o in formine già ritagliate.

Immagine presa qui

Neanche a dirlo io gli adesivi non li ho trovati e non sono nemmeno stata tanto a cercarli. Ho comprato 2 fogli di questa schiuma di gomma pressata al costo di € 0,80 l'uno in un centro per il bricolage, ho disegnato delle forme, le ho ritagliate e incollate con dell'attaccatutto ai tappi. Ed ecco i timbrini.



In effetti sono un'ottima idea per insegnare ai bambini i numeri o le letterine o per creare delle storielle. Ora non mi resta che scovare l'inchiostro più adatto.


Con questo post partecipo al Linky Party by Topogina


mercoledì 9 maggio 2012

Blocchetti di quinoa al profumo di menta ed erba cipollina

Ricettona in arrivo! Ragazze davvero ve la consiglio alla grande, l'ho fatta ieri sera ed è stata un successone. Ho trovato l'ispirazione su un blog da manuale Two Tarts che riporta ricette e foto stupende. La mia versione è un po' diversa, leggermente rivisitata.




INGREDIENTI:

- 500 ml di quinoa bollita *
- 200 gr di provolone piccante grattugiato
- 50 gr pan grattato
- 3 uova
- 3 cucchiai di scalogno o cipollotto tritato finemente
- 1 cucchiaino erba cipollina tritata finemente
- mezzo cucchiaino di menta tritata finemente
- 1 cucchiaino di sale
- olio per friggere

* nota: ho messo 500 ml perché io ho comprato una caraffa con le tacche per le misure americane (oz, cups...) visto che seguo molti siti americani e mi ero stufata di fare calcoli! La quantità era 2 cups che sulla mia caraffa corrispondono a 500 ml. Per cui riempite il vostro dosatore fino a 500 ml!
Fate bollire la quinoa per 15 minuti, scolatela e lasciatela intiepidire. Mettete tutti gli ingredienti in una terrina e mescolate accuratamente. Fate delle mappette con le mani schiacciandole un po' e mettetele in una padella col fondo coperto di olio caldo. Lasciate 3/4 minuti per parte.
Io ho messo pochissima menta per dare solo un leggero sentore, se vi piace potete aumentarne la quantità a piacere.
Ve lo consiglio come piatto unico perché ricco e saporito, con 3 blocchetti a testa eravamo già sazi!
Bon appetit!

martedì 8 maggio 2012

Focaccia alla piastra

Grazie a Laura di Bimbiuniverse sono venuta a conoscenza di questa fantastica ricetta. Io odio usare  il forno in primavera ed estate per cui questo è proprio quello che cercavo: una focaccia alla piastra. E' venuta benissimo, è facile e veloce (condizione necessaria per la sottoscritta)! Ho variato leggermente gli ingredienti eliminando la farina integrale (perché non ce l'avevo) aumentando quella di grano duro e togliendo il rosmarino che Tiziano stava già scrutando con aria intollerante...


INGREDIENTI:

- 140 gr farina di grano duro
- 100 gr farina manitoba
- mezza bustina di lievito istantaneo
- 150 gr acqua
- 1 cucchiaio di olio
- 1 cucchiaino di sale

Mettete tutti gli ingredienti in un recipiente, mescolateli e aggiungete l'acqua impastando con le mani. Quando avrete ottenuto un bell'impasto liscio e leggermente appiccicoso, allargatelo e mettetelo sulla piastra calda facendolo cuocere da una parte e poi dall'altra.
Comunque dato che la consistenza rimane piuttosto croccante e leggermente morbida internamente, secondo il mio parere questa focaccia è l'ideale da tagliare a metà e imbottire con qualche sfiziosità, prosciutto e formaggio o paté di ogni sorta. Non aspettatevi infatti il classico focaccione soffice e unto...

lunedì 7 maggio 2012

Bicchierini di lamponi cereali e yogurt

Ora di merenda. Apro il frigo: il solito yogurt. Apro la dispensa: i soliti biscotti. Di accendere il forno per fare una torta non se ne parla nemmeno, con le caldane che mi perseguitano già da marzo. Trovato. Una bella merenda fresca, divertente ed energetica ispirata da un programma visto in tv su Alice: bicchierini di yogurt cereali e mirtilli.


Data la mia mostruosa golosità però, i bicchierini sono diventati bicchieroni (stile tazzone) ma se volete essere più raffinati dimezzate le quantità e utilizzate bicchieri più piccoli.

INGREDIENTI per un bicchiere:

- 1 vasetto di yogurt bianco cremoso e un po' denso
- 10 lamponi freschi (oppure qualunque tipo di frutta che avete in casa tagliata a pezzetti)
- 4 cucchiai di muesli con frutta secca
- 2 cucchiai di latte condensato oppure zucchero o miele.

Il segreto sta nel fare diversi strati senza mischiare gli ingredienti alternando consistenza morbida, croccante e semiliquida. Sarà poi il cucchiaino che miscelerà tutto al momento dell'assaggio! Io ho fatto questi strati:
- frutta
- muesli
- yogurt
- frutta
- latte condensato
- muesli
- yogurt

Provare per credere! Ultrafacili e ideali anche per le festicciole estive e in più si prestano a mille versioni...sperimentate anche voi!

sabato 5 maggio 2012

Un post su di me by Tobina!

Vi metto il link ad un post che ha pubblicato Chiara sul suo splendido blog "Lo scrap di Tobina" dedicato appunto a quella fantastica tecnica che è lo scrapbooking. C'è una piccola presentazione di Mammataua e del suo blog! Andate a vederlo e approfittatene per dare un'occhiata agli splendidi lavori di Chiara. Buon weekend!

mercoledì 2 maggio 2012

Bambini in viaggio #4 - Il mondo attraverso gli occhi di un bimbo

Ieri sera finalmente ho trovato il tempo di scaricare le foto che mio figlio Tiziano ha fatto con la sua macchina fotografica digitale Fisher Price. In 2 anni ne ha accumulate veramente tantissime e, non avendole mai scaricate, ci siamo messi tutti vicini a guardarle mentre comparivano sulla tv. Ad un certo punto io e il mio compagno siamo rimasti abbastanza colpiti perché alcune foto ci sono sembrate molto belle. Così ho deciso di farvele vedere, postando quelle che mi hanno colpita di più, la maggior parte scattata dal finestrino dell'auto mentre noi nemmeno ce ne accorgevamo.
Sicuramente ho notato che per avere 3 anni, in molte immagini Tiziano ha dimostrato un certo amore per la simmetria e un'attenzione al particolare. Più lomografico di così!
Se non sapete cosa regalare ai vostri figli per il compleanno o a Natale...pensate a una macchina fotografica, li aiuterà anche a distrarsi durante i viaggi e secondo me rimarrete piacevolmente sorpresi dai risultati!