lunedì 18 marzo 2013

Pasqua: l'uovo smaltato molto fashion

Buongiorno! Oggi vi presentiamo l'uovo smaltato per passare una Pasqua fashion e trendy.
Questo uovo è adatto soprattutto se non avete in casa molte risorse artistiche ma i vostri figli vi fanno impazzire perché vogliono uova multicolori. E magari anche terribilmente lucide!
Ecco qua: uovo decorato con gli smalti per le unghie.



OCCORRENTE:

- smalti per unghie
- colore acrilico
- pennello
- un uovo svuotato


Passate una mano di acrilico bianco o di un colore chiaro sull'uovo. Ora scegliete gli smalti e il disegno e procedete come se fossero le vostre unghie. Potete tracciare prima un disegno con la matita, io sono andata a mano libera perché non volevo delle righe troppo definite. Lasciate asciugare bene prima di toccare l'uovo. Volendo potete passarci sopra anche una mano di vernice trasparente.
Il gioco è fatto!


venerdì 15 marzo 2013

Pasqua: l'uovo graffiato (dai ricordi delle scuole medie!)

Buondì ragazze, oggi vi presento il nostro uovo graffiato.
Ieri pensavo a quando ero alle scuole medie, anni bellissimi per me, e ho ricordato che ci facevano fare dei disegni con diversi strati sovrapposti di pastelli a cera di diverso colore. Poi passavamo l'inchiostro di China nero, lasciavamo asciugare e con dei pennini per inchiostro (era il Medioevo?) grattavamo via la China scoprendo così i vari colori e formando un disegno.


Bene, ho pensato di fare lo stesso con le uova. Peccato che sono rimasta fregata su due punti: non si può colorare agevolmente con i pastelli a cera su un uovo - la China funzionava col disegno ma, chissà perché, non funziona con l'uovo.


MA: ho risolto comunque facendo come segue.
1) date una mano di colore acrilico all'uovo
2) riscaldando i pastelli a cera passateli sull'uovo, la cera si spalmerà anche se resterà in rilievo e per niente omogenea (ma non importa)
3) passate 2 mani di acrilico nero perché la China, sulla superficie liscia e a dossi della cera, vasavé perché non attacca
4) con la punta di un coltello (o un pennino) grattate formando un disegno.

Fatto. Che fatica.

giovedì 14 marzo 2013

Pasqua: l'uovo pom pom

Ebbene sì, la Pasqua si avvicina inesorabile. E qui, tra scongiuri relativi alla salute di tutta la famiglia e dubbi su come passare al meglio la festività, ci siamo buttati anche noi nel turbinio dei lavoretti pasquali.
Quest'anno abbiamo voluto sperimentare diversi tipi di decorazione e iniziamo con... i pom pom!
Ho pensato: perché fare dei pom pom sferici quando possiamo tentare di farli a forma di uovo?
Non ero sicura avrebbe funzionato ma comunque ci ho provato.



OCCORRENTE

- filo di lana o cotone
- cartoncino spesso (tipo cartone ondulato)
- forbici
- sagoma ovale

Ritaglio la forma dell'uovo nel cartone con un altro buco ovale al centro creando due sagome. Procedo poi come al solito sovrapponendo le sagome e iniziando a passare il filo.
 


Continuo finché l'uovo è ben cicciotto e il buco al centro è quasi invisibile. Taglio poi lungo la parte esterna e lego con un altro filo stringendo in mezzo alle due sagome. Tolgo i cartoncini e rifilo con la forbice per accentuare la forma dell'uovo.

Potete anche decorare i pon-pon con occhi e becco e realizzare dei pulcini oppure dei coniglietti o ancora appenderli al vostro albero pasquale. Oppure, idea ancor più interessante, potete realizzarli utilizzando 3 tipi di lana dello stesso colore ma con 3 tonalità diverse creando così delle uova "ombre" partendo dalla parte sotto col più scuro, a metà quello intermedio e al top il più chiaro.

Comunque restate sintonizzati perché, salute e tempo permettendo, vi proporremo altre versioni di uova decorate! Alla prossima.

lunedì 11 marzo 2013

Il nostro fornello supercolorato da viaggio!

Ormai lo sapete che ho un po' la mania di realizzare versioni di giochi che siano facili da trasportare, adatte al viaggio e al divertimento fuoriporta.
Era da un po' che pensavo di realizzare un fornello di cartone, ne ho viste mille bellissime versioni su Pinterest e ultimamente le due stupende cucine di Giada su Quando Fuori Piove e di Francesca su Fiori In Testa.
Noi naturalmente abbiamo optato per una versione light supercolorata e adatta al trasporto. I colori e la voglia di viaggiare sono stati ispirati dalla primavera imminente (si spera) ed ecco il risultato.





Su una scatola di cartone ho incollato un cartoncino nero con righe colorate, poi ho dipinto le varie parti con acrilico argento in modo da imitare l'acciaio. Con Tiziano abbiamo colorato con colori acrilici 4 cerchi in cartoncino decorandoli con un pennarello nero indelebile puntinando le varie fiamme e poi li abbiamo incollati. Con colla a caldo abbiamo applicato 4 tappi che rappresentano le manopole del gas.
Infine ho fatto due buchi in alto e ho inserito la ex maniglia di una borsa di carta facendo due nodi all'interno per fermarla.
Quando si parte si mettono i vari padellini e piattini all'interno della scatola e si trasporta con la maniglia. Una volta in loco si tira fuori tutto il necessario e si gioca! E' molto comoda anche in casa perché funge da contenitore e si può appendere così occupa meno spazio. E si può utilizzare anche al ristorante perché davvero di piccole dimensioni, 28x25 cm.
Spero vi piaccia!

giovedì 7 marzo 2013

2013: l'anno del malanno

Ragazze sono di nuovo un po' assente sempre per motivi di salute. Questo 2013 inizia a piacermi sempre meno. Purtroppo oltre alla seconda influenza ho anche qualche problema di salute che non ho mai avuto e tutto ciò mi rende ansiosa e spaventata.
Naturalmente andare a cercare i sintomi su Internet non mi ha certo giovato, anzi ora sono certa di avere ogni sorta di malattia rara e incurabile esistente sulla faccia della Terra.
Comunque ho iniziato una serie di accertamenti clinici, ma in realtà scrivo meno perché mi sento molto in ansia e in preda al panico.
Spero mi capiate e prometto che posterò presto gli ultimi lavoretti fatti.
Nel frattempo intanto spero anche di capire cosa ho.
Un abbraccio a tutte!

martedì 26 febbraio 2013

Handmade Gifts per la Festa del Papà: il segnalibro magnetico

Sempre per stare in tema di segnalibri, un'altra idea molto carina ma poco sfruttata è quella del segnalibro magnetico.


OCCORRENTE:

- cartoncino
- disegni o immagini stampate speculari
- 2 magneti
- colla e forbici

Stampate le immagini prescelte su cartoncino oppure fate un disegno su un cartoncino. Scegliete immagini che risultino speculari con un davanti e un dietro perché poi vanno piegate a metà e su ogni metà interna va incollato un magnete, in questo modo:

 

Attenzione al verso dei magneti, fate una prova prima di incollarli in modo che si attraggano e non respingano!
All'interno ho anche messo un pezzetto di nastro adesivo trasparente nel punto dove il segnalibro si piega per rinforzarlo.

Vi lascio anche qualche sito dove potete scaricare gratuitamente dei segnalibri speculari pensati per diventare magnetici che trovo molto carini: le mongolfiere che ho utilizzato io anche se non sono speculari (potete fare come me), gufi, personaggi Disney, bamboline da colorare.

lunedì 25 febbraio 2013

Handmade Gifts per la Festa del Papà: il segnalibro-collage

Ecco un'altra festività che coinvolge molto i bambini. Quest'anno mio figlio è grande abbastanza per capire cos'è la festa del papà per cui ci siamo sbizzarriti a creare qualcosa.
Visto che il mio compagno ancora non è riuscito a conservare un segnalibro decente, vuoi perché Linda appena ne vedeva uno glielo mangiava, vuoi perché per pigrizia preferisce usare la copertina del libro, ho deciso di fargliene uno.



OCCORRENTE:

- cartoncino colorato
- carte decorate
- forbici, cutter e colla stick

Più semplice di così! Abbiamo semplicemente disegnato le parti di una ghianda su due diverse carte colorate. Le abbiamo poi incollate su un cartoncino come se fosse un collage e con un cutter abbiamo intagliato la parte inferiore della ghianda in modo che il segnalibro si incastri sulle pagine.


Provare per credere! Naturalmente anche su Internet troverete un sacco di modelli già pronti stampabili gratuitamente, come ad esempio questi gufetti

venerdì 22 febbraio 2013

Il mio nuovo blog: The Green Trunk



Care ragazze stamattina ho postato un altro outfit creato su Polyvore e poi ho preso la dura decisione di aprire un nuovo blog, creato già da qualche mese ma mai aperto per mancanza di tempo.
In effetti non voglio mischiare troppi contenuti in questo blog per cui The Green Trunk ospiterà le mie fisse su moda, trucco, colori, bijoux e creatività modaiola. Niente di professionale ovviamente, solo una lista di qul che mi piace, di quel che faccio e qualche richiesta di opinioni! Nulla che si possa definire Fashion Blog!
Se vi stuzzica l'argomento seguitemi anche lì sennò continuate a seguirmi qui, questa resta sempre la mia residenza principale.
Un saluto e un bacione a tutte.

Outfit per una primavera... rock!


Sto iniziando a pensare di creare un altro blog per smetterla di ammorbarvi con i miei dubbi stilistici...
In realtà il blog l'ho già creato ma naturalmente non ho ancora avuto il tempo di aprirlo e stargli dietro.
Comunque dato che Polyvore mi ossessiona ecco l'ultimo outfit che ho messo insieme, tutto Zara, H&M, Ash e Kiko. Ho quasi tutto, mi mancano gli stivali e la canotta perché sono ancora un po' indecisa... Gli stivali costano parecchio e non mi dispiacerebbe trovare una versione più cheap!
La canotta costa niente ma mi sembra un po' anonima...
Se avete consigli fatemi sapere!

giovedì 21 febbraio 2013

Gift Wrapping Tips: chiudipacco in pasta al sale

Durante le vacanze di Natale 2012 mi è venuta la fissazione per un gift wrapping più accurato e particolare e ho creato la mia bella board su Pinterest per memorizzare le idee più interessanti. Ho creato anche un'etichetta apposita qui sul blog.
Tra le tante idee ho notato che mi piacciono molto dei chiudipacco fatti con pasta al sale o paste modellabili, decorati con dei timbri e con un buchino per poter essere appesi al fiocco.
Purtroppo avevo dei problemi (non intendendomi per niente di scrapbooking) a capire che tipo di timbri venivano utilizzati per ottenere quel tipo di decorazione.
Mentre cerco di capire quindi cosa mi serve, ho iniziato ad appropriarmi della tecnica facendo dei piccoli chiudipacco in pasta al sale e lasciandoli "nature". Il risultato mi ha soddisfatto moltissimo, hanno proprio quell'aspetto un po' grezzo che volevo ottenere, senza contare sempre il famoso costo zero.
Infatti la farina era un po' di farina scaduta mille anni fa riciclata in questo modo e una tazzina di sale ha veramente un costo irrisorio.
In ogni caso ho provato anche a colorarli con del colore acrilico molto diluito, uno l'ho fatto pure argento, ma non mi sono piaciuti per niente...





Per quel che riguarda la ricetta ho trovato diverse versioni sul web, io ho fatto così:

OCCORRENTE:

- una tazza di farina
- una tazza di sale fino (frullatelo per polverizzarlo ulteriormente)
- acqua q.b.

Molti aggiungono qualche cucchiaio di colla vinilica per rendere l'impasto ancora più resistente, ma se morite dalla voglia di provare e in casa non ne avete, non è un ingrediente indispensabile.

Mischiate gli ingredienti e impastate un po' per sciogliere bene il sale e rendere omogenea la pasta.
Io poi ho steso delle parti di pasta picchiettando con la mano senza usare il mattarello perché volevo un effetto irregolare. Con dei mini stampi per i biscotti ho intagliato le varie forme e con il tappo di una Bic girato al contrario ho praticato dei buchini dove poter poi far passare il filo.
La pasta al sale deve essere fatta asciugare molto bene in forno a bassa temperatura (50°/75° C) oppure sul termosifone girandola periodicamente finché non è bella dura.
Dopo potete tenerla così oppure colorarla. Sicramente una mano di vernice trasparente opaca o lucida la conserverà più a lungo.
La cosa divertente è che si trasforma anche in un fantastico gioco per i bambini, infatti (come vedete dalla foto) anche Tiziano ha creato i suoi chiudipacco personali, ma lui li preferisce colorati...
Ed ecco come ho utilizzato i miei per il momento:
 

venerdì 15 febbraio 2013

Il teatrino magnetico di Carnevale - Il mio tutorial su Uhu


Ecco come riciclare in modo creativo un altro calendarietto. Tanto per tornare a ricordarci ogni tanto che siamo italiani e abbiamo delle tradizioni anche in fatto di Carnevale!
Se siete curiosi di vederlo nel dettaglio vi rimando al mio tutorial sul sito Uhu!

giovedì 14 febbraio 2013

Pacchetto di San Valentino last minute

Per chi è proprio alla frutta (come me solitamente) ecco un tutorial ultrafacile per confezionare un mini pacchetto che potrà andare bene per un cioccolatino, un ciondolo, un oggettino.
Il materiale è come sempre a costo zero ed è anche abbastanza veloce da realizzare.



OCCORRENTE:

- pagine di un quotidiano
- forbici, matita e colla stick
- colori acrilici o tempere o acquerelli con pennello
- filo a piacere (Baker's Twine o cordino da pacchi)
- una piccola tag

Disegnate un cuore sul quotidiano e ritagliatene due uguali sovrapponendo 2 pagine.
Colorate con dei colori molto diluiti le parti esterne dei 2 cuori e lasciate asciugare.


Strappate delle listarelle dalla carta di giornale e appallottolatele in modo da formare l'imbottitura del cuore. Posizionate adesso il regalino in mezzo all'imbottitura e sistemate tutto al centro di uno dei 2 cuori.


Incollate il secondo cuore passando la colla sul bordo interno e poi sovrappnendolo all'altro.
Ora decorate con del filo e una piccola tag. Quella che ho utilizzato io con un carinissimo gufetto l'ho scaricata qui.