giovedì 8 marzo 2012

Riflessioni: Pinstress

Ebbene sì ho ceduto anch'io al fascino di Pinterest. Ma solo perché spero peggiori ulteriormente la mia vita aggiungendo cose da fare e sottraendo tempo prezioso. Mi sono iscritta dopo aver letto il post su "A casa di Simo" relativo a Twitter. Mi sono sentita come lei, sommersa dallo tsunami di social networks e senza abbastanza tempo da approfondire la loro reale utilità. Su Twitter mi sono iscritta e dopo non ci sono più andata una sola volta. Può anche avermi scritto il Papa (a quanto pare c'è anche lui, l'hanno detto al tg) e io non lo saprò mai.

Adesso esce questa storia di Pinterest e io mi dico, nononono un altro e adesso chi c'ha voglia. E invece letta la risposta di un'amica di Simo in cui spiegava che può essere utile a quella categoria di persone (border line, dico io) che salvano un milione di immagini sul pc ogni giorno poiché si interessano a mille cose e trovano tutto molto "interessante", ho pensato che forse mi sarebbe potuto piacere. Soprattutto per i bambini ho una cartella di immagini straripante sul mio computer dove ci sono foto di progetti, lavoretti, idee interessanti, giochi e mille altre cose.
Per cui è ufficiale: mi sono iscritta a Pinterest. E, per ora, lo trovo molto soddisfacente. E forse non sottrarrà tempo prezioso ma mi faciliterà un filino l'organizzazione delle idee. E forse potrebbe piacere anche a voi se siete border line come me. Fateci un giro.

2 commenti:

  1. Resisto ancora, ma sono davvero sul bordo del precipizio anche perchè la mia cartella Hobbies è talmente stracolma di foto di cui non ricordo la provenienza che potrei impazzire!

    RispondiElimina
  2. non resistere allora! ma perché farsi del male? pinterest è fantastico, non potrai + farne a meno!!!

    RispondiElimina