mercoledì 21 marzo 2012

Non aprite quella porta! Questione di naso...

Durante il mio delirio primaverile effettuo la settimanale incursione sul sito Casa Therapy, bramosa di nuovi consigli e sane regole di economia domestica. E tra l'altro l'economia domestica è proprio una di quelle materie che io reintrodurrei nei programmi didattici italiani, risorsa veramente utile che magari mi avrebbe permesso di non sentirmi così inetta fin ad oggi come donna di casa. Nella mia lotta personale con la mia stanza adibita a lavanderia/guardaroba, manca ancora un tassello per terminare il puzzle della perfezione domestica: la puzza. Io poi mi chiedo se capita solo a me o se anche voi quando entrate a casa degli altri esclamate nel vostro cervello "Che profumo di pulito, perché a casa mia non c'è mai questo fresco sentore?". Tutto ciò mi fa pensare che 1) o tutti quelli che aspettano ospiti si mettono a spruzzare Oust 2 in 1 per tutta la casa almeno un'ora prima dell'arrivo 2) sono l'unica nell'universo ad avere problemi di aria pura in casa.
Ma torniamo a noi. Dopo aver riordinato gli armadi, lavato con sapone di marsiglia purissimo gli interni, insacchettato i capi invernali in fruscianti custodie di plastica profumate alla lavanda antitarme, chiudo la porta ed esco soddisfatta rimirandone la perfezione. Illusa! Il giorno dopo rientro e vengo colta da malore olfattivo. Che è codesto tanfo, di grazia?! Inizio con lo spiegare che la suddetta stanza è adibita sì a guardaroba ma anche a lavanderia (con lavatrice e lavandino) e soprattutto a zona fasciatoio per l'infante.
Insomma facendo 2 + 2 l'aroma che si respira, tra scarico del lavandino, pannolini farciti di pupù, cesta dei vestiti sporchi, sacca del calcetto, non è dei migliori. Come rimediare? Le ho provate tutte, tutti i profumatori di questo mondo e anche dell'altro, con la spina, senza spine, spray, in gel, candele. Le uniche che hanno sortito un buon effetto sono le candele ma posso mica tenerle sempre accese giorno e notte anche quando sto fuori casa stile cimitero in notturna.
Per farla breve leggo un interessante articolo su Casa Therapy su come profumare il bagno. Evviva!
Si parla anche di come profumare e ravvivare i tappetini spargendoci su del bicarbonato (celo) misto ad olii essenziali (celo). Mi viene un'idea. Dato che quando sono rimasta incinta ho avuto qualche piccolo disturbo di digestione ho acquistato una confezione da un kg di bicarbonato. Fortunatamente i piccoli problemucci sono infine scomparsi per cui il bicarbonato è rimasto inutilizzato e ora pure scaduto. Di olii essenziali ne ho una marea perché a volte preparo un bagnoschiuma con una base lavante biologica aggiungendo olii essenziali a mio piacimento. Li compro sul sito http://www.aroma-zone.fr, dategli un'occhiata ci sono mille prodotti sfiziosi per creare cosmetici fai-da-te e anche candele (una droga).


Per farla breve mi approprio di:
- un bicchierino di vetro, quelli delle candele profumate finite (che non butto!) ripulito e lavato
- bicarbonato scaduto
- olii essenziali di arancia, cannella e chiodi di garofano.
Riempio il bicchierino a metà col bicarbonato e poi aggiungo 2 gocce di cannella, 1 di chiodi di garofano, 50 di arancia rossa. Ne ho messe così tante di arancia perché 2 gocce di cannella sono risultate asfissianti e fortissime per cui l'arancia non si sentiva più! Anzi vi consiglio di mettere una sola goccia di cannella per cominciare. Oppure utilizzate altri aromi a seconda dei vostri gusti.
Riempio la lavanderia e gli armadi della lavanderia con questi bicchierini ed ecco un effluvio aromatico farsi strada nelle mie narici. Evviva!
Ora non resta che monitorare la produzione odorifera e capire se durerà e avrà effetto a lungo termine oppure se sarà un'altra delusione. A presto con gli aggiornamenti.

3 commenti:

  1. Anche io ho la stessa impressione su casa mia! Penso sempre che la mia casa non sia profumata... Credo che proverò a copiarti ;)))!
    Grazie per i suggerimenti...

    RispondiElimina
  2. e mo ci rpovo pure iuo allora, qui il bicarbonato non manca e nemmeno gli olii essenziali, quindi giù di brutto!!!!

    RispondiElimina
  3. vedo che tutte le mamme hanno bicarbonato a carriolate! sarà un caso?! attenta alla cannella però, è ultraforte!

    RispondiElimina