venerdì 23 marzo 2012

Per bambini e per adulti stressati: Mandala (testato sulla sottoscritta)

Oggi voglio parlare di una cosa tanto semplice quanto utilissima per svuotare la mente. Ho letto di amiche che, nei brevissimi tempi morti in cui il bimbo dorme, hanno bisogno di "staccare" la spina del cervello e pensare a nulla. Quindi accendono la tv. Care ragazze da oggi ho un'alternativa fantastica praticata dalla sottoscritta in gravidanza e che mi è stata davvero utilissima per svuotare la mente dai pensieri negativi e a sfogare la rabbia interiore: i Mandala. Per chi ancora non lo sa il Mandala è (cito da Wikipedia) "un diagramma circolare costituito, di base, dall'associazione di diverse figure geometriche, le più usate delle quali sono il punto, il triangolo, il cerchio ed il quadrato. Il disegno riveste un significato spirituale e rituale sia nel Buddhismo che nell'Hinduismo". Se volete approfondire la storia, il significato spirituale, ecc. dei Mandala su internet c'è di tutto e di più. Io ve ne parlerò solo a scopo terapeutico.
Durante tutte e 2 le mie gravidanze ho avuto il piacere di colorare Mandala a tutto spiano e, giuro, è l'unica attività che mi ha rilassata davvero. Avete già provato e su di voi non ha sortito effetto? Controllate con le seguenti regole di aver fatto tutto nel modo giusto:
1) utilizzare solo pastelli abbastanza morbidi (non pennarelli o altro)
2) calcate a più non posso. Questa regola l'ho inventata io (come le altre del resto, può darsi che chi si intende di terapie con i Mandala dica esattamente l'opposto di quello che dico io!) perché mi aiuta a scaricare il nervosismo
3) fatelo nel momento più tranquillo che avete durante la giornata. Io ad esempio durante la seconda gravidanza non avevo momenti tranquilli per cui coloravo nella pausa pranzo dell'unico giorno che mangiavo in ufficio
4) non mettetevi fretta. Se non riuscite a colorarlo tutto in un colpo amen, finirete la prossima volta
5) mettete sempre la data in cui lo finite
6) svuotate un attimo la mente prima di iniziare e visualizzate qualcosa di bello e rilassante
7) scegliete i colori a caso senza riflettere troppo (questa è la parte più difficile)
8) se siete particolarmente isterici scegliete disegni composti da pezzettini piccolissimi (vedi esempio sotto).

Io ho acquistato questo libro stupendo in cui il primo Mandala è anche da creare non solo da colorare: "Coloring Mandala 1" di Susanne F. Fincher, Macro Edizioni.


Non sto nemmeno a dirvi che è un'attività fantastica anche per i bambini, dalla quale si possono anche decifrare i momenti di negatività che passano (Tiziano qualche settimana fa ha colorato una farfalla enorme tutta di nero...). Ai bambini non date regole lasciate che facciano quello che sentono.
Se non volete spendere con un'attività che non sapete ancora se può piacervi o meno vi consiglio questo sito su cui troverete migliaia di Mandala dai disegni più o meno contemporanei che potrete stampare gratuitamente e dal quale ho preso anche l'immagine del Mandala che trovate qui sopra.
Che la pace sia con voi.

4 commenti:

  1. pienamente ragione!è unti stress per eccellenza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. roby ti ricorderai tutto quel colorare in pausa pranzo...

      Elimina
  2. Nico che spettacolo! Me ne stampo subito un paio e vado a recuperare i miei caran d'ache...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti dirò che in questo momento ho MOLTO bisogno di colorare, adesso mi ci metto pure io mentre i bambini dormono!

      Elimina