giovedì 29 novembre 2012

La ghirlanda di Natale di Alessia: ecologica e a costo zero!

Oggi vi mostro una ghirlanda non bella: di più. E' un vero capolavoro e mi sto infatti rodendo il fegato dall'invidia perché... non l'ho fatta io! La creatrice in questione è la mia collega/amica/sorella Alessia che è bravissima e pignolissima in queste cose e confermerete appena vedrete il risultato.
Dopo aver raccolto ogni sorta di prodotto boschivo da settembre a oggi, dovevamo preparare le nostre ghirlande insieme, ma qualche malanno dei bambini ce l'ha impedito. Così lei si è portata avanti ed ecco lo strepitoso risultato.





L'unico pezzo acquistato per pochi euro è la base fatta di rami di salice intrecciati. Tutto il resto è stato colto, ripulito e incollato sulla ghirlanda con colla a caldo. Ci sono diversi tipi di ghiande, pigne, frutti di ippocastano, funghi del legno essiccati, bacche rosse, peperoncini. Prima sono stati sistemati i pezzi più grossi, poi quelli medi e infine quelli più piccoli a riempire gli spazi vuoti. Se avete del muschio o dei licheni andranno benissimo per tappare eventuali buchetti troppo piccoli per ospitare anche una ghiandina. Il lavoro di preparazione più importante è stato quello di incollare tutti i cappellini alle relative ghiande poiché dopo un po' che si raccolgono si staccano.
Il risultato comunque è talmente fantastico che adesso non posso esimermi dal fare la mia versione... e voi?

9 commenti:

  1. io ne ho fatta una a prova di acqua e intemperie da mettere sul portone ma anch'io volevo farne una per la porta e questa proposta da voi era una delle opzioni
    l'unica cosa che volevo fare era provare a intrecciare da sola la corona alla base ma o provo con un leggero ramo di pino o dubito riuscire a piegare rami di salice senza il vapore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche noi volevamo provare a intrecciare i rami! ma mi sembra di aver letto che anche senza vapore, basta metterli in acqua bollente arrotolandoli tipo in u nsecchio così che prendano la forma rotonda, poi li ritorci un po' e leghi le estremità. quando asciugano e raffreddano dovrebbero essere a posto. ma non ne ho la certezza xché non ho ancora provato!

      Elimina
  2. Bella davvero, complimenti! Anche la nostra è frutto di una passeggiata per la campagna vicino casa :) E' più semplice perchè non siamo dotati di colla a caldo (ma credo che vi porrò rimedio) ed è opera della fantasia della mia bimba (io facevo il reggi-base)
    http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/2012/11/una-ghirlanda-che-sa-di-natura.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'ho vista ed è molto bella, da come l'hai descritta me l'aspettavo molto più semplice! cmq la raccolta è sempre il momento migliore!

      Elimina
  3. Prova con i rami di betulla, quelli sottili ed elastici. In questa stagione cadono come le foglie. Ciao

    RispondiElimina
  4. Ma che bella :) :) E che pazienza, davvero brava :)

    RispondiElimina
  5. Ciao!! Visto che sei mamma e sei creativa vieni a trovarci sulla nostra pagina facebook "mum in ART" o mandaci la tua email a "muminart@libero.it

    Ti aspettiamo!!!

    RispondiElimina